“Misericordia” traccia un nuovo cammino

Nell’aria c’è profumo di cambiamento, solo chi non si espone all’Arte e alle sue molteplici espressioni non se ne sta rendendo conto. L’opera “Misericordia” di Emma Dante è nuova anche se racconta una vecchia storia, che abbiamo già sentito negli ultimi trecento anni. Una storia di emarginazione, di povertà, di ignoranza e di esclusione sociale. Eppure…

La “Misericordia” di Emma

Fiaba nera e contemporanea. Complessa storia familiare da cui emergono tre le figure di donne. Il teatro di Emma Dante è da sempre luogo di fantasmi, di creature fra i vivi e i morti chiusi in uno spazio da cui non possono uscire ma da cui parlano a chi abbia voglia di ascoltare. Denso e…

Dopo “Misericordia”

Senza cambiarmi d’abito, prendo il pullman. Cosa mi aspetto da un palcoscenico senza sipario, buio e nudo? Senza cambio d’abito, ascolto i sussurri incomprensibili tra i protagonisti e ne indovino la misera vita. Senza cambiare d’abito ricordo una Biennale con opere che sono spazzatura o montagne di patate, allora dovevo cambiarmi o c’era da capire…

Mitologia del Libro

I profeti biblici avevano un concerto del divino totalmente diverso da quello delle religioni naturali di stampo ellenistico. La mitologia ebraica rifiutò da subito, la visione di dei connaturati alle forze naturali (sole, mare, terra, fuoco ecc.) ponendo, in tal modo, le basi per un nuovo tipo di mitologia quella del DIO Unico, che esiste…

Noi risparmiamo… energie: siamo in Classe A

Ormai lo sapete. La nostra UNITRE locale ha deciso di contribuire alla protezione dell’ambiente per trasmettere ai nostri nipoti un Pianeta Terra, se non proprio sano, almeno in convalescenza. Questo contributo si esplica con l’accordo tra la nostra associazione ed Enea che è l’Agenzia Nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile….

Weltanschauung… – Ultima puntata

And in the naked light I saw Ten thousand people, maybe more People talking without speaking People hearing without listening People writing songs that voices never share No one dare Distub the sound of silence Come abbiamo visto negli scorsi articoli, la Weltanschauung non è una semplice visione (da realizzarsi con gli occhi o con…

Weltanschauung… – Puntata 2

Because a vision softly creeping Left its seeds while I was sleeping And the visione that was planted in my brain Still remains Within the sound of silence La “visione” intesa come  Weltanschauung non può essere fine a sé stessa, né tantomeno limitarsi all’aspetto visione (o visuale). Come suggerito nel testo di  Sound of silence…

Weltanschauung… – Puntata 1

Vi prometto che entro la fine di questa serie di articoli, capirete il perché di questo ascolto… Nell’affascinante mondo della visione, tema che quest’anno ci accompagnerà nelle più svariate attività culturali della nostra UNITRE, la Weltanschauung è forse uno degli aspetti superiori e più articolati. La tendenza tipica della persona di media cultura è quella di…

LA VISIONE: Pensare per immaginare

Cos’è la Visione?  Tommaso d’Acquino dice che la vista  di tutti i nostri sensi è quella che serve per l’invenzione ed Aristotele sostiene che gli uomini desiderano conoscere e gradiscono soprattutto le sensazioni visive poiché la vista è, di tutti i nostri sensi, quella che ci fa acquisire più conoscenze. Il “vedere” può quindi diventare…

Betulla

La pianta, nota ai Romani che la ritenevano originaria della Gallia, era utilizzata per fabbricare i fasci che costituivano le insegne del potere dei magistrati; se ne facevano anche torce nuziali, usate il giorno del matrimonio perché ritenute di buon auspicio (Plinio, Naturalis Historia)