Betulla

La pianta, nota ai Romani che la ritenevano originaria della Gallia, era utilizzata per fabbricare i fasci che costituivano le insegne del potere dei magistrati; se ne facevano anche torce nuziali, usate il giorno del matrimonio perché ritenute di buon auspicio (Plinio, Naturalis Historia)

Biancospino

Il ramo di biancospino era ritenuto dotato di magici poteri per tenere lontani gli influssi nefasti; per questo motivo nel mondo romano si ornavano con rami di biancospino fiorito le porte delle case. La leggenda, ricordata da Ovidio nei Fasti, voleva che il biancospino fosse stato donato da Giano alla ninfa Carna (o Cardea), della…

Attalee

Con questo nome venivano indicate, nel mondo ellenistico, le feste che in varie città venivano allestite in onore dei sovrani di nome Attalo. Particolarmente splendide erano quelle che si celebravano a Delfi, dove un generoso lascito di Attalo il Filadelfo al santuario consentiva festeggiamenti sontuosi e prolungati.

Amico

Nella mitologia “Amico” è stato un nome molto diffuso: Figlio di Poseidone e re dei Bebrici, era celebrato per la sua abilità nel pugilato. Era solito sfidare in combattimento gli stranieri che non conoscevano la sua fama di pugilato straordinario e imbattibile e venivano da lui sconfitti e uccisi. Ma quando gli ARGONAUTI giunsero nel…

Aci

Era, secondo la leggenda,un pastore giovane e bellissimo, figlio di Fauno e Simetide,  Ninfa del fiume Simeto che scorre nella Sicilia orientale. Amato dalla Ninfa Galatea, che era goffamente corteggiata dal Ciclope Polifemo, fu ucciso da quest’ultimo, per gelosia, sotto un masso che lo schiaccio’. Ma il suo sangue, che si sprigiono’ dalla roccia, fu…

Augia

Figlio di Elio e di Naupidame, era re dell’Elide e prese parte alla spedizione degli ARGONAUTI. Le sue stalle, contenenti tremila buoi, non furono ripulite per trent’anni; per ordine di Euristeo, Eracle dovette sobbarcarsi in un sol giorno la fatica di purgarli, cosa che fece con un astuto stratagemma. “Pulire le stalle di Augias” divenne…